Promo

Il castel dell’Ovo (castrum Ovi, in latino), è il castello più antico della città di Napoli ed è uno degli elementi che spiccano maggiormente nel celebre panorama del golfo. Si trova a cinque minuti a piedi dall’ Hotel Schilizzi, nella zona di Mergellina.

La linea architettonica del castello è mutata molto nel tempo. Originariamente il castello nasce con un aspetto normanno poi grazie ai successivi lavori di ricostruzione avvenuti durante il periodo angioino ed aragonese, la linea architettonica è mutata fino a giungere allo stato in cui si presenta oggi.

Il suo nome deriva da un’antica leggenda secondo la quale il poeta latino Virgilio – che nel medioevo era considerato anche un mago – nascose nelle segrete dell’edificio un uovo che mantenesse in piedi l’intera fortezza. La sua rottura avrebbe provocato non solo il crollo del castello, ma anche una serie di rovinose catastrofi alla città di Napoli.

Durante il XIV secolo, al tempo di Giovanna I, il castello subì ingenti danni a causa del crollo parziale dell’arco sul quale è poggiato e, per evitare che tra la popolazione si diffondesse il panico per le presunte future catastrofi che avrebbero colpito la città, la regina dovette giurare di aver sostituito l’uovo

Il castello sorge sull’isolotto di tufo di Megaride (greco: Megaris), unito alla terraferma da un sottile istmo di roccia. Questo è il luogo dove venne fondata Partenope nell’VIII secolo a.C., per mano cumana. Successivamente durante il VI secolo a.C., nel sottostante pianoro sorse la nuova zona residenziale (“Neapolis”).

nsl09